Giurisdizione internazionale e giudice transnazionale


XLIV Corso di studi
da Giovedì, 22 Aprile, 2004 - 09:00 a Venerdì, 23 Aprile, 2004 - 09:00
Perugia
copertina invito

Promosso e organizzato dal Centro studi giuridici e politici della Regione Umbria e dal Centro Internazionale Magistrati “Luigi Severini”, con il contributo della Fondazione Cassa Risparmio Perugia, il 23 e 24 aprile 2004 si è svolto a Perugia, presso la Sala del Consiglio Provinciale, il convegno dedicato al tema della giurisdizione internazionale e del giudice transnazionale.
L’incontro, presieduto da Mario Chiavario (Ordinario, Università degli Studi di Torino) e aperto dai saluti di Giulio Cozzari (Presidente, Provincia di Perugia), Marco Lucio Campiani (Presidente del Centro studi giuridici e politici della Regione Umbria) e Giacomo Fumu (Presidente del Centro Internazionale Magistrati “Luigi Severini”), ha visto la partecipazione dei relatori: Natalino Ronzitti (Ordinario, Università LUISS Roma), Gli obblighi di adeguamento delle legislazioni nazionali allo Statuto istitutivo della Corte penale internazionale e il principio di complementarietà; Mauro Politi (Giudice, Corte penale internazionale), I rapporti tra Corte penale internazionale e giudici nazionali; Giorgio Lattanzi (Consigliere, Corte suprema di cassazione), Le forme della cooperazione giudiziaria tra Corte penale internazionale e stati; Pierluigi Vigna (Procuratore nazionale antimafia), Giusto Sciacchitano (Magistrato, Procura nazionale antimafia), Conflitto e cooperazione nella fase delle indagini tra organi requirenti nazionali ed internazionali.
La direzione nazionale antimafia: struttura, funzioni e prospettive di sviluppo; Roberta Barberini (Magistrato addetto al Ministero degli affari esteri), Terrorismo internazionale e transnazionale: problematiche in materia di giurisdizione; Fausto Pocar (Vice Presidente, Tribunale penale internazionale per i crimini nella ex Jugoslavia), L’esperienza del Tribunale penale internazionale per i crimini nella ex Jugoslavia; Giorgio Fidelbo (Magistrato destinato alla Corte suprema di cassazione), La posizione della persona offesa nel giudizio davanti ai tribunali internazionali; Gabriele Iuzzolino (Magistrato addetto al Ministero della Giustizia), Il ne bis in idem internazionale come limite del principio di universalità della legge penale; Giuseppe Scandurra (Procuratore generale militare, Corte suprema di cassazione), I crimini di guerra come materia specialistica nelle giurisdizioni nazionali e nella giurisdizione penale internazionale: questioni processuali; Antonio Intelisano (Procuratore della Repubblica, Tribunale militare di Roma), I crimini di guerra come materia specialistica nelle giurisdizioni nazionali e nella giurisdizione penale internazionale: questioni organizzative.


 

Pubblicazione correlata:
L M M G V S D
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31